News


TRENODIA

Un corteo come forma di arte. Un progetto di arte pubblica di Vinicio e Mariangela Capossela

Le Castella - Isola di Capo Rizzuto capitale della cultura per un giorno. Un evento voluto fortemente dai fratelli Capossela finanziato dalla Fondazione Matera - Basilicata 2019. 

La visione del film "Il Vangelo secondo Matteo" li ha fatti innamorare del nostro territorio. Dopo ricerche, sopralluoghi e riunioni la decisione e il responso positivo di realizzare una tappa, la prima tappa, di questo grande ed importante evento. 

Matera2019, Capitale per un giorno si sposta in Calabria e in Campania

Una sperimentazione proposta dal ministero dei Beni culturali nell'ambito del progetto Trenodia di Mariangela e Vinicio Capossela coprodotto da Fondazione Matera Basilicata 2019 e da SponzFest

In occasione del progetto "Trenodia", i comuni di Isola Capo Rizzuto ed i comuni della Lacedonia, a partire da Calitri, saranno "Capitale europea della cultura per un giorno". La decisione è il frutto di una sperimentazione proposta dal Ministero dei Beni culturali alla Fondazione Matera Basilicata 2019 finalizzata a valorizzare i territori attraverso il modello in corso di attuazione in tutti i comuni della regione nell'ambito del programma di Matera 2019.

Trenodía, progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, è un'opera d'arte che propone di lavorare collettivamente sul pianto per tutto ciò che è in pericolo di vita nel nostro mondo. Si propone di trasformare la lamentela in pianto rituale, il piagnisteo in altisonante lamentazione collettiva, in forma creatrice e aggregatrice per, come dice Ernesto De Martino, non morire con cio' che muore. Sarà un pianto per la comunità. Un pianto rituale collettivo, sonoro, rigenerante. Un corteo come forma d'arte.

"Il progetto Trenodia, ideato da Mariangela e Vinicio Capossela - spiega Paolo Verri, direttore generale della Fondazione Matera Basilicata 2019 ha diversi obiettivi. Un primo obiettivo è sicuramente quello artistico e creativo che mette in campo personalità di spicco internazionale come Vinicio e Mariangela Capossela per fare qualcosa mai fatto prima: un corteo come forma d'arte. Il secondo obiettivo è quello più sociale perchè vede protagonisti i cittadini. Ancora una volta un progetto di Matera 2019 dà voce alle persone, offre un'occasione per sentirsi parte attiva di un processo creativo e culturale. Terzo obiettivo è quello di allargare il perimetro di Matera Capitale europea della cultura convinti come siamo che questo grande programma non può fermarsi ai confini urbani o regionali, ma deve estendersi e connettere più territori. Trenodia si muove esattamente in questa direzione perchè unisce tre regioni limitrofe, la Calabria, la Basilicata e la Campania che hanno tante cose in comune. Per questa ragione abbiamo esteso il modello Capitale per un giorno, che tanto successo sta riscuotendo in Basilicata, a tutti i comuni coinvolti in questo cammino".

Il 18 agosto sarà capitale per un giorno Isola Capo Rizzuto. Mentre il 24 agosto toccherà a Calitri e a tutti i comuni della Lacedonia.

Soddisfazione viene espressa dal Commissario prefettizio del Comune di Isola Capo Rizzuto, Domenico Mannino:  "In occasione della presentazione del progetto Trenodia la Commissione Straordinaria di Isola Capo Rizzuto intende rivolgere, anche a nome dei cittadini, il più sentito ringraziamento alla Fondazione Matera-Basilicata 2019 per aver individuato questo territorio quale sede del " primo fuoco " del progetto consentendo alla città di essere Capitale Europea della cultura per un giorno. L'importanza dell'evento va oltre la rappresentazione artistica e del titolo onorifico che l'accompagna , in quanto fondamentale per la rigenerazione di un consenso sociale violentato da innumerevoli abusi - da quelli mafiosi a quelli edilizi , passando per quelli amministrativi - che hanno minato le basi sociali , etiche, culturali di questa fiera e nobile popolazione.  Ora abbiamo la grande possibilità di gridare ,  all'Europa ed agli stessi Isolitani , che Isola Capo Rizzuto non è solo mafia, ma che la stragrande maggioranza di questa popolazione non vuole abusi ma legittimità, non vuole favori ma diritti , non vuole assistenzialismo ma la dignità di un lavoro; vuole continuità con il suo glorioso passato e rottura con le attuali disuguaglianze, vuole che i propri giovani abbiano una speranza ed un futuro , vuole in una parola che venga ad Essa riconosciuta la propria dignità di una vera cittadinanza Italiana ed Europea".

Soddisfazione anche dal sindaco di Calitri Michele Di Maio che ricorda la convenzione sottoscritta già due anni fa con la Fondazione Matera Basilicata  2019 e l'Università degli studi della Basilicata: "Una convenzione che ha già prodotto importanti risultati e che ora raggiunge un altro traguardo, quello di far diventare quest'area della Lacedonia, un punto di riferimento del progetto Trenodia e Capitale europea della cultura per un giorno. Il 24 accoglieremo a Calitri tutti i comuni interessati per una grande iniziativa popolare che da una parte si collega a Matera Capitale europea della cultura e dall'altra allo SponzFest di Vinicio Capossela".