News


La sfida di Micheal Zani

Un anno in giro per l'Italia con in tasca 5 euro al giorno

Arrivato il 27 ottobre per una breve tappa, Micheal Zani è stato accolto e supportato dalla Pro Loco Le Castella e dall'Hotel Annibale che lo ha ospitato per la notte.
Un incontro tra Micheal e i ragazzi della Pro Loco che ha suscitato tanta curiosità per il suo viaggio e grande stima per il coraggio e la forza che dimostra avendo solo 23 anni.

L’avventura di Michael Zani inizia il 22 Aprile alle 8 di mattina quando da Pieve Vergonte (Verbania) saluta famiglia e fidanzata per incamminarsi alla scoperta delle bellezze d’Italia con il suo zaino di 14 chili, con lo scopo di promuovere l’associazione “Mosaico”, una Onlus che si occupa di orientamento sanitario e solidarietà sociale.

“Sono consapevole che questo viaggio mi cambierà la vita e so che non è un’impresa facile anche se fino ad ora non ho avuto momenti difficile anzi! Ho incontrato tantissima persone molto gentili e disponibili. Mi vedono con lo zaino e mi riempiono di domande”. 

Ogni giorno percorre al massimo 35/40 chilometri con l’unica regola che si è imposto: vivere con 5 euro al giorno. Cinque euro al giorno non gli permettono di viaggiare coi mezzi di trasporto né dormire in hotel, perché è questa la filosofia del viaggio: il giro d’Italia completamente a piedi.

Anche se ha con se una piccolissima tenda, per la notte fa affidamento all’ospitalità di amici e parenti o chiedendo alle associazioni che esistono su tutto il territorio italiano (come è successo proprio con la Pro Loco Le Castella). “Per il mangiare - ci racconta lo stesso Micheal - con cinque euro si può sopravvivere una giornata se ci si sa adattare: frutta e verdura si possono trovare a costi contenuti, così come un panino in bottega. Il più delle volte però il pasto mi viene offerto da chi incontro lungo il cammino”

Michael racconta quotidianamente il suo viaggio nella sua pagina Facebook (Michael Zani_Viking tramp), e una volta a casa metterà tutto su carta in una sorta di racconto. “Stò conoscendo tante persone e tocco con mano diverse realtà che mi arricchiscono ogni giorno. Camminando a piedi da solo tutto il giorno ho il tempo di stare molto con me stesso e di osservare con molta attenzione tutto ciò che mi circonda. Mentre si cammina il tempo si allunga e si ha tempo di riflettere su molte cose”.

Il cammino di Micheal è ancora lungo, e noi della Pro Loco Le Castella lo seguiremo e supporteremo fino al suo rientro a casa.
Buon cammino Micheal!!!